il cielo del mese: Maggio 2018

cielo del mese maggio

Le ultime costellazioni invernali tramontano veloce ad ovest. Gemelli, Auriga e Toro sono tra gli ultimi testimoni di una stagione che sembra ormai molto lontana, mentre da est avanzano Cigno e Scorpione e, con essi, la via lattea estiva. Ma è ancora troppo presto per dedicarci all’osservazione di questa porzione di cielo, non è ancora il suo momento.

Sono due gli oggetti che ci terranno compagnia a Maggio e per il quali vale la pena spendere qualche ora del nostro tempo. Verso ovest, dal tramonto e per buona parte della sera, è osservabile luminosissimo il pianeta Venere, riconoscibile per essere l’oggetto più luminoso nel cielo in questo periodo. Girando la testa, verso est, vedremo sorgere un altro pianeta, Giove, il gigante gassoso. Esso si troverà in opposizione il giorno 9, ovvero sarà in posizione diametralmente opposta al sole. Ciò comporta che il grande pianeta sorgerà esattamente subito dopo al tramonto del sole, facendoci compagnia per tutta la notte. Non perdete l’occasione di osservarlo con l’ausilio di un telescopio per scrutarne la grande macchia rossa o le sue lune galileiane.

La notte del 6 maggio si avrà l’annuale massimo dello sciame delle Eta Aquaridi, sciame meteoritico dovuto al passaggio della famosissima cometa di Halley. Le scie luminose sono visibili per tutto il mese ma solo in tarda nottata o, meglio ancora, poco prima del sorgere del sole.

LUNA: 8/05 ultimo quarto

15/05 Luna nuova

22/05 primo quarto

29/05 Luna piena

 

PIANETI: Mercurio visibile appena prima dell’alba, Venere ben visibile alla sera. Marte osservabili nella seconda parte della notte. Giove visibile per tutta la notte e Saturno osservabile dopo la mezzanotte nel Sagittario. Urano inosservabile per tutto il mese e Nettuno visibile nella seconda parte della notte.

 

EVENTI ASTRONOMICI: 6/05 massimo dello sciame meteorico delle Eta Aquaridi, 9/05 Giove in opposizione

 

Passaggi visibili della ISS degni di nota

Data Ora inizio Magnitudine  Altezza max Direzione
5/05 5:02 -3.9 87° SO-NE
8/05 4:03 -3.9 78° SO-NE
21/05 22:11 -4.0 70° SO-NE
23/05 3:46 -3.9 63° NO-SE
24/05 21:10 -3.9 85° SONE

 

L’immagine mostra i cielo visibile il 15/05/2018 alle ore 22:30

il cielo del mese: APRILE 2018

cielo del mese Aprile 2018

cielo del mese Aprile 2018

Il 20 Marzo ci ha salutato la stagione invernale, ed in questo mese di Aprile ci congeda anche l’invernale via Lattea. È infatti l’ultimo mese disponibile per cercare di osservare le costellazioni della stagione fredda ormai dirette verso il loro tramonto ad ovest: Orione, Cane Maggiore, Gemelli, Auriga e Unicorno si lasciano ancora per poco guardare in prima serata. La via lattea estiva non è lontana, ma sarà visibile solo dopo la mezzanotte per questo mese, rendendola alla portata di pochi. Ma, facile facile, possiamo iniziare l’osservazione del pianeta Venere che al tramonto si presenta visibilissimo e luminosissimo sopra l’orizzonte Est. La sua visibilità migliorerà per tutto il mese, ad un orario appetibile per molti, inoltre la sua brillantezza lo rendono di facile individuazione. Con l’ausilio di binocoli o telescopi mostra la sua natura di pianeta, apparendo tondeggiante ed illuminato solo in parte, la sua falce varierà nel corso dei giorni e dei mesi rendendo l’osservazione dinamica ed interessante.

Inoltre nei giorni che vanno dal 15 al 28 Aprile sarà possibile ammirare lo sciame meteorico delle Liridi, visibili dopo le 23 in direzione dell’omonima costellazione della Lira, il massimo delle scie luminose sarà osservabile il giorno 22.

 

Luna: 8/04 ultimo quarto

16/04 Luna nuova

22/04 primo quarto

30/04 Luna piena

Pianeti: Mercurio osservabile solo gli ultimi due giorni del mese appena prima dell’alba, Venere ben visibile al tramonto e nella prima parte della sera. Marte osservabile nella seconda parte della notte nel Sagittario, nella stessa zona sarà possibile osservare Saturno. Giove visibile dopo le 23 tra le stelle della Bilancia. Urano inosservabile per tutto il mese e Nettuno visibile solo nella seconda metà del mese prima dell’alba.

Eventi astronomici: 22/4 massimo dello sciame meteorico delle Liridi

Passaggi visibili della ISS degni di nota

Data Ora inizio Altezza massima Magnitudine Direzione
7/04 21:25 82° -4 NO-E
10/04 20:24 -3.8 NO-SE

 

 

L’immagine mostra il cielo alle ore 22:30 del 15 Aprile 2018

Cielo del mese: MARZO 2018

marzo

Torna Marzo, torna la primavera! Infatti in questo mese avremo l’annuale equinozio di primavera, che cade il giorno 20, anche se in molto pensano che sia il 21. L’equinozio di primavera è quel giorno in cui il Sole risale nel suo percorso lungo l’eclittica andando ad intersecare l’equatore celeste, portando come effetto pratico ad avere in quel giorno tante ore di luce quante di buio. È inoltre l’unico giorno, assieme all’equinozio d’Autunno, in cui il sole sorge esattamente ad est e tramonta perfettamente ad ovest. In molti pensano che tale giorno cada sempre il 21 marzo, invece esso può variare di alcuni giorni, pensate ad esempio che dal 2000 ad oggi esso è caduto solo due volte il 21 Marzo, e per ben 16 volte il 20 Marzo.

A marzo avremo anche una luna blu! No, non siamo impazziti, la luna blu è il nome che viene dato oggi alla seconda luna piena di uno stesso mese, e dopo che Febbraio non ci aveva regalato nemmeno una luna piena, arriva Marzo a regalarcene due. Tale termine in antichità indicava la terza luna piena di una stagione che contenesse 4 lune piene, mentre di solito le lune piene in una stagione sono solo tre. Ma indifferentemente dall’uso del termine è giusto sapere che la luna avrà il suo solito colore, non fate perciò ingannare dai titoli acchiappalike.

Per finire è giusto segnalare che nel weekend del 17-18 Marzo avremo il novilunio, quindi una notte senza luna, e proprio quel weekend sarà l’ideale per chiunque volesse lanciarsi nella maratona Messier. Infatti questo sarò il mese migliore per tentare di osservare tutti i 110 oggetti descritti dall’astronomo francese Messier in una sola notte.

La notte tra il 24 ed il 25 Marzo ricordate di rimettere l’ora.

 

Luna: 2/03 Luna piena

9/03 ultimo quarto

17/03 Luna nuova

24/03 primo quarto

31/03 Luna piena

 

Pianeti: Mercurio osservabile fino al 25 del mese al tramonto, sempre al tramonto visibile e luminoso sarà Venere. Marte visibile nella seconda parte della notte. Giove sorgerà dopo le 23:00 nella costellazione della Bilancia e Saturno visibile dalle 3:00 fino all’alba nel Sagittario. Urano visibile dopo il tramonto nei Pesci e Nettuno inosservabile per tutto il mese.

 

Eventi astronomici: 20/03 equinozio di primavera; 25/03 Ritorno all’ora solare

 

Data Ora Inizio Altezza max Magnitudine direzione
3/03 5:16 79° -3.9 SO-NE
16/03 5:10 61° -3.4 NO-SE
18/03 5:03 62° -3.8 NO-SE
25/03 21:33 65° -3.5 SO-NO
26/03 20:30 70° -3.9 SO-NE

Passaggi visibili della ISS degni di nota

Il cielo del mese: FEBBRAIO 2018

febbraio

Febbraio è un mese molto particolare, direi quasi unico. Infatti esso non è solo il mese più corto dell’anno, ma in questo Febbraio 2018 non avremo mai la luna piena. E’ davvero raro incontrare un mese senza plenilunio e sai mai capitasse l’unico candidato è proprio Febbraio, che con i suoi 28 giorni ha la stessa lunghezza di un ciclo lunare. La luna piena mancherà Febbraio per sole 9 ore circa per poi tornare a splendere al 100% il 2 marzo.

Febbraio, inoltre, sarà un mese privo di eventi particolari, escludendo l’occultazione della stella Aldebaran da parte della Luna, privo di comete e di sciami meteoritici. Ma è un mese solitamente favorevole alle osservazioni dato che le notti sono ancora lunghe e non mancano mai le serate serene e limpide. La via lattea invernale sarà a portata d’occhio per buona parte della notte con tutti i suoi favolosi oggetti, quindi se non avete ancora avuto modo di perdervi tra le polveri di m42 o di navigare tra le stelle di m44 potrebbe essere questo il mese giusto per rimediare.

Luna: 7/02 ultimo quarto

15/02 Luna nuova

23/02 Primo Quarto

 

Pianeti: Mercurio inosservabile per tutto il mese. Venere visibile dopo il tramonto e Marte osservabile nella seconda metà della notte nello Scorpione. Anche Giove sarà visibile nella seconda parte della notte nella Bilancia e saturno poco prima dell’alba nel Sagittario. Urano e Nettuno osservabili dopo il tramonto rispettivamente nei Pesci e nell’Acquario.

 

Eventi astronomici: 23/02 alle 18:15 la Luna occulta Aldebaran (stella Alfa del Toro)

 

Passaggi della ISS degni di nota

Data Ora inizio Altezza massima Magnitudine Direzione
9/02 19:33 50° -3.2 No-NE
10/02 18:40 77° -3.9 NO-SE
28/02 6:05 71° -3.6 SO-NE

 

L’immagine mostra il cielo alle ore 20:00 del 15/02/2018

Cielo del mese: GENNAIO 2018

gennaio

BENVENUTO 2018!

Il 2018 inizia con una serie di eventi davvero interessanti, soprattutto nella prima parte del mese. Dopo appena due giorni dall’inizio dell’anno si avrà subito la luna protagonista: essa raggiungerà la fase di luna piena a poche ore dal suo passaggio al perigeo, cioè alla distanza minima dalla Terra, fenomeno noto a tutti come “superluna”. Tale vento viene spesso fatto passare come una rarità, ma non è affatto così. Il passaggio al perigeo è un fenomeno periodico di ogni ciclo lunare, ed il fatto che esso avvenga in fasi vicine al plenilunio è piuttosto comune, tant’è che abbiamo avuto più “superlune” in un solo anno. Inoltre tale fenomeno è interessante solo dal punto di vista fotografico, dato che ad occhio nudo la differenza con una Luna piena” normale” è difficile da notare.

Passa un solo giorno e avremo il massimo dello sciame delle Quadrantidi. La sera del 3 gennaio alle ore 23:00 si avrà uno ZHR stimato di 110, valore davvero notevole. Il radiante si trova nella costellazione del Boote (dove una volta esisteva la costellazione del Quadrante Murale), ma purtroppo la luna al 95% renderà l’osservazione più difficile.

Dal 5 al 9 gennaio Marte e Giove saranno in congiunzione, la minima distanza si avrà il giorno 7 a solo 10’. Il giorno 11 i due pianeti saranno già più lontani ma saranno affiancati da una falce di luna calante a dar vita ad un suggestivo trio.

Per concludere segnalo il passaggio della prima cometa dell’anno, la C/2017 T1 HEINZE, la quale raggiungerà la nona magnitudine nei giorni vicini all’epifania e proprio il 6 gennaio passerà nella Giraffa a circa un grado e mezzo dalla galassia IC 342, davvero appetibile per i fotografi!

 

Luna: 2/01 Luna piena

8/01 ultimo quarto

17/01 Luna nuova

24/01 Primo quarto

 

Pianeti: Mercurio osservabile tra le luci dell’alba, Venere invisibile per tutto il mese e Marte ben visibile nella seconda parte della notte, come Giove visibile in Bilancia. Saturno visibile prima dell’alba nel Sagittario, Urano e Nettuno visibili nella prima parte della sera rispettivamente nei Pesci e Acquario.

 

Eventi astronomici: 2/01 Luna piena al perigeo; 3/01 massimo dello sciamo meteorico delle Quadrantidi (ZHR 110).; 7/01 congiunzione stretta Marte/Giove (10’);

 

Passaggi visibili della ISS degni di nota

Data Ora inizio Magnitudine Altezza massima Direzione
12/01 6:24 -3.7 72° NO-SE
26/01 18:48 -3.7 54° SO-SE
28/01 18:39 -3.7 69° SO-NE
29/01 17:47 -3.7 66° SO-NE

l’immagine mostra come apparirà il cielo il 15/01/18 alle ore 21:00

Cielo del mese: DICEMBRE 2017

dicembre

Dicembre è il mese del solstizio invernale, con il maggior numero di ore di buio. Il 1 Dicembre infatti entriamo nell’inverno meteorologico, mentre il giorno 21 nell’inverno astronomico, ovvero il giorno in cui il sole si trova nel punto più basso della sua orbita descritta dal moto apparente che compie nel cielo. Tale giorno è detto solstizio ed è il giorno più corto dell’anno, da questo giorno in poi le ore di luce prenderanno piano piano a crescere fino ad arrivare a eguagliare quelle di buio il giorno dell’equinozio di primavera a Marzo 2018.

E come non approfittare di tante ore di buio, soprattutto se abbiamo due spettacoli imperdibili?

Il primo sicuramente è il ritorno di Orione, del cacciatore, coi due fidi cani, Sirio e Procione, casa di uno degli oggetti più fotografati e noti: m42. La grande nebulosa di Orione appare come una stella, si trova nella spada di Orione, poco sotto la cintura, ed è una grande nebulosa dove nascono stelle, spettacolare se vista col binocolo, indimenticabile da un telescopio, sono facilmente osservabili le sue polveri.

Il secondo e più spettacolare evento è di sicuro il massimo annuale dello sciame delle Geminidi, esso è lo sciame meteorico più ricco e costante in assoluto (ZHR 120), anche se meno famoso delle Perseidi di Agosto. L’evento questo anno è assolutamente da non perdere perché avviene in una fase senza luna a disturbare la scena. Guardate verso i Gemelli, verso est, aspettate e….

 

Luna: 3/12 Luna piena

10/12 ultimo quarto

18/12 Luna nuova

26/12 primo quarto

Pianeti: Mercurio osservabile al tramonto fino al giorno 8, poi scomparirà tra le luci del giorno per riapparire dopo il giorno 21 nel crepuscolo che precede l’alba. Venere visibile all’alba solo per la prima metà del mese assieme a Marte. Anche Giove visibile al mattino mentre Saturno è visibile al tramonto per pochissimi giorni per poi scomparire per tutto il resto del mese. Urano e Nettuno visibile rispettivamente in Pesci e Acquario.

Eventi Astronomici: 14/12 massimo dello sciame meteorico delle Geminidi; 21/12 solstizio invernale; 22/12 massimo dello sciame meteorico dello Ursidi.

Passaggi visibili della ISS degni di nota

Data Ora inizio Altezza massima Magnitudine Direzione
3/12 17:05 61° -3.5 SO-NE
13/12 18:01 64° -3.9 NO-E
30/12 6:19 78° -4.0 SO-NE

 

 

l’immagine mostra come appare il cielo il giorno 14/12 alle ore 21:30

il cielo del mese: NOVEMBRE 2017

Cattura

Nel cuore dell’Autunno

Non a tutti piace l’Autunno, stagione solitamente dal cielo grigio, che porta piogge e primi freddi, complice anche un cambio di ora che fa sembrare sempre più lontano il caldo Sole estivo. Ma se le ore di buio avanzano noi non possiamo non guardare che alle stelle! Perché esso ci mostra che l’estate non è poi così lontana, basterà alzare lo sguardo per vedere ancora il triangolo estivo e parte della via lattea che lenta tramonta verso occidente, mentre dal lato opposto avanzano le costellazioni invernali. Ma in questa transizione tra due stagioni agli antipodi le protagoniste del nostro cielo sono altre: il selvaggio Toro, l’eroico Perseo, il saggio Auriga ed il terrificante mostro marino Balena sono solo alcune delle costellazioni che dominano la volta celeste in questo Novembre.

Proprio dalla costellazione del Toro arriva l’oggetto più bello e interessante di quesito periodo e cioè l’ammasso aperto delle Pleiadi (m45), spesso confuso con il carro minore dato che ne ricorda la forma. Le stelle principali e luminosissime di tale ammasso sono anche chiamate le “sette sorelle” dato che secondo la mitologia esse sono la raffigurazione delle sette figlie di Atlante e Pleione e cioè Alcione, Celone; Elettra, Merope, Maia, Sterope e Taigete. Ad un primo sguardo le stelle visibili ad occhio nudo sono solo sei, ma da un cielo buio si possono osservare fino a 14 stelle dell’ammasso. Bastano piccoli binocoli poi per perdersi letteralmente in una marea di punti luminosi, sono infatti centinaia le stelle di questo ammasso. Grazie alla fotografia sono inoltre evidenziabili le polveri che circondano le stelle principali dell’ammasso, le stesse polveri da cui queste stelle si sono formate.

Novembre ci offre inoltre la possibilità di osservare un altro sciame meteoritico: quello delle Leonidi. visibili in tarda nottata fino a poco prima dell’alba per il periodo dal 14 al 21 di questo mese e picco massimo nella notte del 17 novembre.

Luna: 4/11 Luna piena

10/11 ultimo quarto

18/11 Luna nuova

26/11 primo quarto

 

Pianeti: Mercurio visibile dopo il tramonto per tutto il mese, Marte, Venere e Giove visibili al mattino. Saturno visibile subito dopo il tramonto tramonta velocemente. Urano e Nettuno visibili per tutta la notte nelle costellazioni di Pesci e Acquario.

 

Eventi Astronomici: 13/11 Venere e Giove in congiunzione (a soli 17’); 17/11 massimo dello sciame meteorico delle Leonidi(ZHR 15);  20/11 solstizio estivo sul pianeta Marte.

 

Passaggi visibili della ISS degni di nota

Data Ora inizio Magnitudine Altezza massima Direzione
1/11 5:46 -3.9 82° SO-NE
16/11 5:34 -3.9 66° O-S
30/11 17:56 -3.9 88° SO-NE

 

l’immagine mostra come appare il cielo il giorno 15/11/17 alle ore 21:00

cielo del mese: OTTOBRE 2017

Sotto il segno di Andromeda

ottobre

È già Autunno, si sa, ed il cielo ce lo ricorda. Perfetto come un orologio torna a mostrarsi il quadrato di Pegaso, il grande asterismo che forma il corpo del cavallo alato, eletto rappresentante del cielo Autunnale. Ma basterà spostare lo sguardo da Est ad Ovest per vedere come ancora il triangolo estivo, e la Via Lattea in esso racchiusa, sia ben visibile ed alto nel cielo, segno di un’estate che ancora non ci vuole abbandonare.

Sulla sinistra di Pegaso troviamo la costellazione di Andromeda, resa celebre dalla presenza in essa della maestosa galassia M31, sorella maggiore della nostra Via Lattea. Facile da individuare, si può osservare anche con piccoli binocoli nei quali apparirà come un batuffolo bianco. Da cieli bui essa diventa visibile perfino ad occhio nudo tale è la sua luminosità. Si tratta di una galassia a spirale più massiccia della nostra via Lattea, posta appena a 2,5 milioni di anni luce da noi il che la rende parte del nostro gruppo locale di galassie, e senza ombra di dubbio l’oggetto più celebre del cielo autunnale non che uno dei più famosi e fotografati in assoluto. da ora e per tutto l’inverno inizia il periodo buono per osservarla, non fatevela scappare!

Inoltre il giorno 21 si avrà il picco annuale dello sciame meteorico delle Orionidi. La visibilità maggiore per le scie luminose si avrà dopo la mezzanotte, direzione est, con una media di circa 15 meteore all’ora, osservabili dal 2 Ottobre fino ai primi di Novembre.

 

LUNA – 5/10 Luna Piena

12/10 ultimo quarto

19/10 Luna nuova

28/10 primo quarto

 

PIANETI – Mercurio inosservabile per tutto il mese. Venere visibile prima dell’alba insieme a Marte. Giove Visibile al tramonto fino al 13, dopo di che scompare fino a Novembre, saturno è visibile nelle prime ore serali sempre in Ofiuco. Urano in opposizione al sole nei Pesci e Nettuno visibile fino a due ore dopo la mezzanotte in Acquario.

 

EVENTI ASTRONOMICI – 5/10 spettacolare congiunzione tra venere e Marte (23’) prima dell’alba, 6/10 segue la congiunzione Venere e Marte sempre prima dell’alba (21’); 21/10 massimo dello sciame meteorico delle Orionidi; 29/10 alle ore 3:00 torna in vigore l’ora solare

 

Passaggi visibili della ISS degni di nota

Data Ora inizio Altezza massima Magnitudine Direzione
1/10 19:16 53° -3.1 SO-NE
11/10 20:12 74° -4.0 NO-NE
14/10 19:11 88° -3.9 NO-SE

 

 

L’immagine mostra come apparirà il cielo il giorno 15/10 alle ore 21:00

Il cielo del mese: Settembre 2017

Cattura

Settembre è il mese dell’equinozio autunnale, esattamente il giorno 22, ed anche le stelle ci danno segno dell’imminente cambio di stagione. Il triangolo estivo formato dalle brillanti stelle Deneb, Vega ed Altair si avvia verso ovest sulla strada del tramonto anche se sarà ancora visibile per molta parte della notte, incalzato da est dal quadrato di Pegaso, tipico asterismo autunnale che ci terrà compagnia anche per buona parte dell’inverno.
La costellazione del Sagittario, e con essa la parte centrale della via lattea, sarà ancora visibile nelle prime ore di buio ma tramonterà velocemente, così come il Grande Carro, mentre si alzerà sempre più sul suo trono Cassiopea, facile da individuare per la tipica forma a W.
Ma cosa accade di preciso il giorno dell’equinozio? La parola equinozio significa letteralmente “notte uguale”, in riferimento al fatto che le ore di buio e le ore di giorno sono uguali. Ciò si verifica due volte l’anno, per l’equinozio primaverile e quello autunnale, da questa data in avanti le ore di buio superano quelle di giorno aumentando progressivamente fino al solstizio invernale. Il tutto è regolato dal moto apparente del sole lungo l’eclittica.

 

_Luna:  6/9 Luna piena

13/9 ultimo quarto

20/9 Luna nuova

28/9 primo quarto

_Pianeti:  Mercurio e Marte visibile tra le luci dell’alba, Venere visibile sempre al mattino. Giove osservabile al tramonto sulla Vergine e Saturno di sera in Ofiuco. Urano sempre visibile nei Pesci, Nettuno sempre visibile in Acquario.

_Eventi astronomici: 18/9 luna e Venere in congiunzione (1,2°, ore 2:00); 19/9 Luna in congiunzione con Marte e Mercurio; 22/9 equinozio autunnale

_Passaggi della ISS degni di nota

data Ora inizio Altezza massima magnitudine direzione
3/9 6:05 82° -3.8 SO-NE
6/9 5:07 81° -3.9 SO-NE
18/9 5:55 77° -3.9 NO-SE
19/9 5:05 61° -3.4 N-SE
28/9 20:17 64° -3.5 SO-NE
29/9 19:24 73° -3.8 SO-NE

 

L’immagine si riferisce al cielo visibile alle ore 21:00 del 15/09/2017

Cielo del mese: AGOSTO 2017


agosto2017

Di sera, a differenza delle torride giornate di questa bollente estate, le temperature piacevoli ci spingono a stare all’aperto magari con un occhio al cielo. L’anticiclone africano, oltre al caldo, porterà giorni sereni per buona parte di Agosto permettendoci di godere dello spettacolo del cielo.

La via Lattea passa sopra le nostre teste, il triangolo estivo formato dalle stelle Deneb, Altair e Vega domina il cielo, Cassiopea da Nord-Est mano a mano risale nel cielo mentre l’asterismo del Grande carro si tuffa a Nord-Ovest. Ma se non basta il fiume di stelle della via lattea a lasciarvi a bocca aperta per questo mese possiamo godere di altri due spettacoli celesti.

Primo su tutti lo spettacolo delle Perseidi: lo sciame meteoritico più famoso, ma non il più intenso,  torna come ogni Agosto a mostrarsi. Visibili da fine Luglio fino al 24 Agosto, avranno il loro picco di attività nella notte del 12 Agosto in cui sarà possibile arrivare a contare fino a 150 scie luminose all’ora. Meglio visibili in tarda serata, dopo la mezzanotte, osservando verso Nord-Est. Lo spettacolo però questo anno sarà in parte rovinato dalla presenza della luna quasi piena.

Sarà proprio la luna protagonista del secondo evento di questo mese, il giorno 7 Agosto La luna piena subirà un’eclissi parziale, con inizio fase di penombra alle ore 17:48, massima oscurazione alle 20.21. Si tratta solo di una eclissi parziale, non totale, ma comunque da non perdere!

_Luna 7/08 Luna piena

15/08 ultimo quarto

21/08 Luna nuova

29/08 primo quarto

_Pianeti: Mercurio visibile con difficoltà fino al 12 tra le luci del tramonto, Venere visibile al mattino, Marte inosservabile per tutto il mese. Giove e Saturno visibili la sera rispettivamente nella Vergine e Ofiuco, Urano visibile nei Pesci e Nettuno in Acquario.

_Eventi Astronomici: 3/08 Luna e Saturno in congiunzione. 7/08 eclissi parziale di Luna. 12/08 massimo delle Perseidi. 19/08 Luna e Venere in congiunzione. 25/08 Luna e Giove in congiunzione.

_Passaggi della ISS degni di nota

Data Ora inizio Magnitudine Altezza MAX Direzione
21/08 18:40 -3.9 90° NO-SE
25/08 5:12 -3.6 72° SO-NE

 

L’immagine riporta il cielo visibile per il giorno 15 Agosto alle ore 22:00