Gruppo Astrofili Arezzo | Giugno 2021
5808
post-template-default,single,single-post,postid-5808,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Giugno 2021

Il cielo di maggio 2021

Il cielo di giugno 2020

Il cielo di giugno 2020

Il cielo di giugno 2020

Giugno 2021

Il cielo di giugno 2019

Notte del 15 giugno 2021 da Arezzo

Maggio si è chiuso con le splendide immagini della “superluna” che la sera del 26 appariva particolarmente grande e luminosa, grazie alla concomitanza del plenilunio con il perigeo.

Il 1 giungo ha avuto inizio l’estate metereologica, mentre quest’anno il solstizio, e l’inizio dell’estate astronomica cade il 21 giugno, precisamente alle 05:32. Nel giorno più lungo dell’anno il sole sorge alle 5.37 e tramonta alle 20.51 con una durata di luce di 15 ore e 14 minuti. A mezzogiorno dell’ora solare (le 13.00 dell’ora legale) il Sole raggiunge il punto di massima elevazione sull’orizzonte di circa 70° alla nostra latitudine.

Giugno è il mese con le giornate più lunghe. La porzione luminosa del giorno è ben superiore a quella dominata dall’oscurità. L’inizio della notte astronomica (l’intervallo di tempo in cui il Sole resta sotto l’orizzonte di almeno –18°) si farà attendere fin quasi alle 23:00 e di conseguenza le osservazioni del cielo.

La Luna piena di giugno cade a fine mese il giorno 24 conosciuta come Strawberry Moon (Luna della fragola) in onore dall’arrivo delle prime deliziose fragole.

Come lo scorso anno, anche in giugno 2021 il protagonista è il Sole. Il giorno 10 giugno si verificherà un’eclissi solare anulare, la luna (prossima all’apogeo) si interporrà tra il Sole e la Terra. La Luna trovandosi a circa 57h dall’apogeo (ossia dal punto della orbita più distante dalla Terra), apparirà più piccola ed il cono d’ombra proiettato non sarà sufficiente ad oscurare completamente il sole, lasciando visibile per circa 4 minuti un anello, detto “anello di fuoco” nel momento di massima copertura. La luce solare si ridurrà al 10% del normale (come in una giornata completamente nuvolosa), il cielo diventerà blu scuro ed il paesaggio apparirà di un argento irreale.

Mentre le eclissi di Sole tradizionali si verificano ogni anno o due, le eclissi anulari sono rare e visibili soltanto da una piccola “fetta” di Terra. Tutte le aree del mondo che si trovano fuori dal cono d’ombra della Luna ma all’interno di quello che si chiama “cono di penombra”, prima e dopo il culmine dell’eclissi assisteranno soltanto a una comune eclissi solare parziale.

Il fenomeno dell’eclissi anulare potrà essere osservato da una ristretta fascia. Questa riguarderà il Canada, la Groenlandia e la Russia settentrionale, passando infine per il polo nord. In Italia l’eclissi sarà solo parziale e visibile solo da alcune regioni del centro-nord, indicativamente dalla Toscana ed invisibile al di sotto di Firenze. L’oscuramento del disco solare sarà solo marginale con un massimo del 12% nel nord-ovest del paese.

Da Arezzo l’eclissi sarà purtroppo praticamente impercettibile, con un massimo di copertura di appena 0.44% alle ore 12.19.

Un’ultima curiosità riguardante questo evento, che sottolinea come questo fenomeno sia in realtà molto raro, è che la prossima eclissi anulare visibile dall’Italia non avverrà prima del 5 novembre 2059, visibile solamente da Sicilia e Sardegna.

Per non perdere in ogni caso lo spettacolo, il virtual telescope trasmetterà l’evento in diretta streaming con contributi live direttamente dalle zone si massima copertura (Canada). Non ci resta che collegarsi a partire dalle 11.30am

The 10 June 2021 Annular Solar Eclipse: online observation“: 10 June 2021, at 09:30 UTC – online, free event

 

Per coloro che vorranno cimentarsi nell’osservazione diretta, ricordiamo di dotarsi di opportuni filtri solari evitando nel modo più assoluto di guardare il sole senza protezioni o con protezioni fai da te. La luce solare è molto forte e senza gli opportuno filtri può causare seri danni alla retina.

 

Veniamo al cielo che accompagnerà le nostre serate nel corso del mese. Il cielo di giugno è ormai dominato dalle costellazioni estive.

A sud è possibile scorgere la bellissima costellazione dello Scorpione, ancora bassa sull’orizzonte ma destinata a salire, con la brillante gigante rossa Antares. Ad est dello Scorpione troviamo il Sagittario, la cui forma è simile a quella di una teiera, e ad ovest la costellazione della Vergine, ultimo lascito del cielo primaverile.

Ad est è ormai ben visibile il terzetto di costellazioni regine dell’estate: il Cigno con la brillante Deneb come vertice della coda dell’uccello, l’Aquila riconoscibile dalla luminosa Altair e la Lira, la più alta in cielo e ben visibile grazie alla brillante stella Vega. Proprio Deneb, Altair e Vega formano l’asterismo del Triangolo Estivo. Alto in cielo ormai allo zenit il quadrilatero della costellazione di Ercole.

Con giungo Mercurio, prossimo alla congiunzione con il Sole del 10, scompare lasciando la scena a Venere e Marte che dominano il cielo serale verso sud-ovest, mentre Giove e Saturno dominano il cielo della seconda parte della notte fino all’alba sempre verso sud.

PIANETI

MERCURIO

CIELO_DEL_MESE-MERCURIO

Dopo le condizioni ottimali di osservabilità verificatesi nel mese di maggio, Mercurio sarà di fatto inosservabile per buona parte del mese di giugno. Il pianeta si avvicina al Sole, con cui si trova in congiunzione il giorno 11. Terminato il periodo di osservabilità serale, dopo la congiunzione con il Sole, Mercurio ricompare al mattino presto, sull’orizzonte orientale, tra le luci dell’alba. Possiamo provare ad individuarlo verso la fine del mese, quando sorge poco più di un’ora prima del Sole.

VENERE

CIELO_DEL_MESE-VENERE

Le condizioni di osservabilità del pianeta più luminoso rimangono praticamente invariate per tutta l’estate. Ne prossimi mesi vedremo Venere tramontare circa un’ora e mezza dopo il Sole. Il pianeta sarà quindi protagonista delle serate estive, alla luce del crepuscolo, fino al calare dell’oscurità. Venere inizia il mese nella costellazione del Toro, ma già dal 3 giugno il pianeta è visibile nei Gemelli, che attraversa per intero fino a raggiungere il Cancro, dove possiamo osservarlo dalla sera del 25 giugno.

MARTE

CIELO_DEL_MESE-Marte

Per diverse settimane assisteremo ad un “inseguimento” di Venere che si avvicina sempre più al pianeta rosso (che sarà raggiunto nel corso del mese di luglio). Marte rimane quindi osservabile nel corso delle prime ore della notte, poco più alto in cielo rispetto a Venere, sull’orizzonte in direzione Ovest. Marte si trova inizialmente nella costellazione dei Gemelli; dall’8 giugno il pianeta inizia il percorso nel Cancro. Merita di essere segnalato l’attraversamento di M 44, l’ammasso aperto del Presepe il giorno 23.

GIOVE

CIELO_DEL_MESE-GIOVE

I pianeti giganti sono sempre più protagonisti della seconda parte della notte. Possiamo osservare Giove a Sud-Est nelle ore che precedono l’alba: il pianeta culmina al Sud al sorgere del Sole. Nel corso del mese Giove si sposta con moto diretto fino al 21 giugno, quando diventa stazionario per poi riprendere con moto retrogrado il percorso nella costellazione dell’Acquario.

SATURNO

CIELO_DEL_MESE-SATURNO

Le condizioni di osservabilità di Saturno sono ancora simili a quelle di Giove. Saturno sorge quasi un’ora prima di Giove, pertanto verso la fine di giugno potremo individuarlo sull’orizzonte a Sud-Est già prima della mezzanotte, per poi osservarlo agevolmente per tutta la seconda parte della notte. Saturno si trova al centro della costellazione del Capricorno.

PRINCIPALI EVENTI DI giugno

10 giugno 11:30am – 12.45pm

Eclissi solare anulare. Visibile parzialmente in Italia a partire dalle 11.30am. Diretta streaming: “The 10 June 2021 Annular Solar Eclipse: online observation

12 giugno 9:30pm
Congiunzione Luna-Venere-Marte

13 giungo 9:30pm
Congiunzione Luna-Marte

27-28 giungo 4:30am
Congiunzione Luna-Giove-Saturno

28 giugno
Congiunzione Venere-Mercurio

FASI LUNARI

GIUNGO_2021_Luna

IL SOLE

Arezzo: 43°27’45” N, 11°52’50” E

Il Sole oggi: vedere le macchie solari in diretta

GIUNGO_2021_Sole

crepuscolo civile: il centro geometrico del Sole è tra 0 e 6 gradi sotto l’orizzonte. Gli oggetti si distinguono chiaramente senza luce artificiale.

crepuscolo nautico: il centro del sole è tra i 6 ei 12 gradi sotto l’orizzonte. Marinai possono navigare, con un orizzonte visibile come riferimento.

crepuscolo astronomico: il centro del sole è tra i 12 ei 18 gradi sotto l’orizzonte. Tra la fine del crepuscolo astronomico in serata e l’inizio del crepuscolo astronomico al mattino, il cielo è abbastanza scuro per tutte le osservazioni astronomiche.

PASSAGGI DELLA STAZIONE SPAZIALE ISS

COME OSSERVARE I SATELLITI STARLINK

Buon cielo di giugno dal Gruppo Astrofili di Arezzo !!!
Fabio Chiodini
fabiochi@hotmail.com
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Contattaci