Gruppo Astrofili Arezzo | Settembre 2021
5913
post-template-default,single,single-post,postid-5913,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Settembre 2021

Il cielo di settembre 2021

Il cielo di settembre 2021

Il cielo di maggio 2021

Il cielo di settembre 2020

Il cielo di settembre 2020

Il cielo di settembre 2020

Settembre 2021

Il cielo di settembre 2019

Cielo notte del 15 settembre 2021 da Arezzo

Stiamo scrivendo l’articolo mentre il gigantesco uragano Ida di categoria 4+ vicina alla categoria 5 (la massima) e probabilmente il secondo più violento mai registrato nella regione, sta per abbattersi negli stati della Louisiana e Mississipi esattamente 15 anni dopo il distruttivo uragano Katrina. Augurandoci che i danni siano limitati, questo mese spero ci perdonerete la digressione ma abbiamo deciso di aprire l’articolo di settembre parlando proprio di clima.

Ad inizio agosto è stato pubblicato report dell’IPCC, il principale organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici. I dati sono perentori, una vera e propria sentenza: la concentrazione di CO2 nell’atmosfera è la più alta degli ultimi 2 milioni di anni portando la temperatura del nostro pianeta ad aumentare e raggiungere il massimo degli ultimi 2000 anni. Stiamo vivendo una delle estati più calde e secche per la nostra zona e se non interverremo subito abbattendo le emissioni, la situazione peggiorerà molto rapidamente cambiando drasticamente la vita nel nostro pianeta.

Da amanti delle stelle, della scienza, della natura ci teniamo a fare un appello: non aspettiamo che “qualcuno” risolva il problema, agiamo tutti noi, ognuno nel proprio piccolo, riducendo gli sprechi, riusando il più possibile, abbassando i termostati delle nostre case di 1 grado, smettendo di bruciare e passando alle energie rinnovabile …. come siamo riusciti ad abbattere i CFC negli anni 80, salvando lo strato di ozono che ci protegge, ci sono 1000 modi per contribuire e lasciare a noi figli e nipoti l’accogliente e vivibile pianeta su cui siamo nati … forza, è il nostro turno !!!

Prima di passare al cielo di settembre non possiamo non ricordare lo spettacolo delle Perseidi. Quest’anno grazie all’assenza della Luna, nella notte tra il 12 e 13 agosto abbiamo potuto osservare decine di stelle cadenti … uno spettacolo indimenticabile. Sotto alcune foto scattate dai nostri soci dai dintorni di Arezzo.

Settembre è sinonimo di Autunno: il 1 settembre inizia l’Autunno meteorologico, mentre il 22 settembre alle ore 21:21 l’equinozio d’Autunno segna, per il nostro emisfero, l’inizio dell’Autunno astronomico. Anche se identifichiamo l’Autunno con il 21 settembre, l’equinozio d’Autunno si verifica tipicamente il 22 o 23 settembre ed in rari casi addirittura il 24 settembre. Contrariamente alla credenza comune, alla nostra latitudine, la data dell’equinozio non è quella in cui le ore di luce e di buio si equivalgono. In seguito alla rifrazione atmosferica (che all’alba anticipa la luce del sole ed al tramonto la posticipa) le condizioni di “equiluce” sono raggiunte il 25 settembre.

La durata della notte astronomica salirà mediamente a quasi 8,5 ore (7,6 ore a inizio mese, 9 ore alla fine).

Il 21 settembre avremo la Luna piena conosciuta come Corn Moon (Luna del Mais) coerentemente con il periodo di raccolta.

Sotto una bellissima foto del nostro presidente Lorenzo Sestini che ritrae il percorso della Luna nel cielo di Chiani, alla prima periferia di Arezzo, nella notte tra il 22 ed il 23 agosto. Lorenzo ha puntato la macchina fotografica verso sud e scattato foto ad intervalli di 6 minuti dalle ore 20.35 del 22 agosto alle ore 7.06 del 23 agosto. Unendo le foto ecco il bellissimo mosaico che ritrae l’orbita apparente della Luna nel nostro cielo. La articolarità dell’immagine non è passata inosservata e presentata nel meteo di La7. Complimenti Lorenzo.

Con settembre gli ampi campi stellati e le bellissime nebulosità del centro galattico della Via Lattea volgono al tramonto.

Nelle prime ore della notte sono ancora visibili le costellazioni che hanno caratterizzato l’estate. Il triangolo estivo con Cigno, la Lira e l’Aquila domina il cielo verso ovest anche se ormai spostato sempre più verso l’orizzonte in compagnia dell’immenso quadrilatero della costellazione di Ercole e del semicerchio della Corona Boreale.

A sud ovest lo Scorpione ormai è tramontato mentre il bellissimo Sagittario è ormai basso sull’orizzonte e lascia il campo alle costellazioni zodiacali meno spettacolari dei Pesci, dell’Acquario e del Capricorno.

Ad est ormai dominano le costellazioni autunnali. In particolare Andromeda, il quadrilatero del Pegaso, la “casetta storta” del Cefeo seguiti da Cassiopea, Perseo ed Auriga.

Segno dell’avvicinarsi dell’Inverno, nella seconda parte della notte inizia a scorgersi la costellazione del Toro caratterizzata dalla stella gigante arancione Aldebaran (in realtà una stella doppia), preceduta dallo splendido ammasso aperto delle Pleiadi.

Con settembre inizia il periodo più propizio per l’osservazione della Galassia di Andromeda, collocata appunto nella omonima costellazione che, ad occhio nudo in cieli scuri, appare come un piccolo batuffolo e che già con un piccolo telescopio mostra tutta la sua bellezza, e dell’esteso Doppio Ammasso del Perseo, visibile nella sua interezza con un binocolo.

Settembre è inoltre un mese speciale. Con il passare dei giorni il cielo muterà completamente aspetto: prima della mezzanotte saranno già visibili le Pleiadi sull’orizzonte nordest e nella seconda parte della notte si potrà godere della presenza contemporanea della nebulosa M 42 in Orione e della Nebulosa Velo nel Cigno.

Dopo l’opposizione di fine agosto, settembre offre anche ottime condizioni per osservare i principali pianeti del sistema solare. Giove e Saturno continuano l’ottimo periodo di visibilità, difficile non riconoscerli nel cielo serale subito dopo il tramonto verso est-sud est. Venere continua ad apparire luminosissimo verso ovest nel cielo serale, subito dopo il tramonto.

PIANETI

MERCURIO

CIELO_DEL_MESE-MERCURIO

Il pianeta prosegue la propria permanenza nel cielo serale, ma le opportunità di osservarlo concretamente sono scarse a causa della ridottissima altezza sull’orizzonte e alla modesta distanza angolare dal Sole. In pratica Mercurio rimane sempre molto basso sull’orizzonte occidentale, difficilmente rintracciabile alla luce del crepuscolo serale. Le condizioni teoricamente più favorevoli per tentare di individuarlo si verificano il 3 settembre, quando tramonta 48 minuti dopo il Sole. Nei giorni successivi il pianeta anticipa sempre più l’orario del proprio tramonto avvinandosi alla congiunzione con il Sole che avrà luogo a ottobre.

VENERE

CIELO_DEL_MESE-VENERE

Dopo aver trascorso tutta l’estate con condizioni di osservabilità praticamente immutate, finalmente si possono notare dei cambiamenti. Negli ultimi mesi Venere è sempre rimasta visibile all’inizio della sera, sull’orizzonte occidentale, dove tramontava un’ora e mezza dopo il Sole. Questa situazione permane nelle prime settimane di settembre, ma all’inizio dell’Autunno Venere inizia a ritardare di alcuni minuti l’orario del proprio tramonto, incrementano così l’intervallo di tempo a disposizione per osservarlo. Venere completa il suo percorso nella costellazione della Vergine: dal 18 settembre potremo osservare il pianeta nella Bilancia.

MARTE

CIELO_DEL_MESE-Marte

Il pianeta è di fatto inosservabile. Si trova ancora nel cielo serale, ma è ormai molto vicino al Sole, con sui sarà prossimamente in congiunzione. Il pianeta rosso si trova sull’orizzonte occidentale immerso nella luce del crepuscolo. Il 5 settembre Marte lascia il Leone ed inizia ad attraversale la costellazione della Vergine.

GIOVE

CIELO_DEL_MESE-GIOVE

Il pianeta gigante è ancora protagonista dei cieli di fine estate per gran parte della notte. Dopo l’opposizione del mese scorso Giove è ancora osservabile in condizioni ottimali: lo vediamo culminare a Sud nel corso della prima parte della notte, per poi osservarlo mentre scende gradualmente verso l’orizzonte a Sud-Ovest. Giove si muove lentamente con moto retrogrado nella costellazione del Capricorno.

SATURNO

CIELO_DEL_MESE-SATURNO

Le condizioni di osservabilità del pianeta con gli anelli sono sostanzialmente analoghe a quelle di Giove. Entrambi i pianeti – reduci dalle opposizioni di agosto – si trovano relativamente vicini, nella costellazione del Capricorno. Anche Saturno pertanto è osservabile per gran parte della notte.

PRINCIPALI EVENTI DI SETTEMBRE

4-5 settembre
Congiunzione Venere-Spica al tramonto

10 settembre
Congiunzione Luna-Venere al tramonto

11 settembre
La Luna si trova alla minima distanza dalla Terra pari a 368.376 km

17 settembre
Congiunzione Luna-Giove-Saturno nella costellazione del Capricorno

18 settembre
Congiunzione Luna-Giove

22 settembre
Equinozio d’Autunno (ore 21:21)

25 settembre
Congiunzione Luna-Pleiadi nella costellazione del Toro

Luna Cinerea

In settembre i giorni migliori per osservare la Luna Cinerea sono:

  • 4 settembre subito prima dell’alba
  • 9 settembre subito dopo il tramonto

Ricordiamo che la luce cinerea è un fenomeno della Luna al primo e ultimo quarto, quando presenta un piccolo spicchio illuminato e la luce del sole, riflessa dalla Terra, illumina tenuemente la parte in ombra

FASI LUNARI

SETTEMBRE_2021_fasi_luna

IL SOLE

Arezzo: 43°27’45” N, 11°52’50” E

Il Sole oggi: vedere le macchie solari in diretta

SETTEMBRE_2021_effemeridi_sole

crepuscolo civile: il centro geometrico del Sole è tra 0 e 6 gradi sotto l’orizzonte. Gli oggetti si distinguono chiaramente senza luce artificiale.

crepuscolo nautico: il centro del sole è tra i 6 ei 12 gradi sotto l’orizzonte. Marinai possono navigare, con un orizzonte visibile come riferimento.

crepuscolo astronomico: il centro del sole è tra i 12 ei 18 gradi sotto l’orizzonte. Tra la fine del crepuscolo astronomico in serata e l’inizio del crepuscolo astronomico al mattino, il cielo è abbastanza scuro per tutte le osservazioni astronomiche.

PASSAGGI DELLA STAZIONE SPAZIALE ISS

COME OSSERVARE I SATELLITI STARLINK

Buon cielo di settembre dal Gruppo Astrofili di Arezzo !!!
Fabio Chiodini
fabiochi@hotmail.com
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Contattaci